Come cambia l’accesso alla professione forense: i nuovi ostacoli alla formazione professionale

In attuazione del disposto dell’art. 43 della Legge n. 247/2012 (Legge Professionale Forense) è circolata la bozza dello “Schema di decreto del Ministro della giustizia concernente: Regolamento recante la disciplina dei corsi di formazione per la professione forense”. 

Pubblichiamo qui di seguito le osservazioni critiche elaborate dal Sindacato degli Avvocati di Firenze e trasmesse, quale contributo alla modifica dello schema regolamentare proposto, sia al Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Firenze che al Direttivo Nazionale dell’Associazione Nazionale Forense – ANF.

Il Sindacato, ritenendo che la bozza regolamentare abbia disatteso gli scopi individuati dal Legislatore con la legge n. 247/2012 e ribaditi nella relazione illustrativa dello schema di decreto in commento, ha messo in evidenza le numerose difficoltà, anche di natura organizzativa, che inevitabilmente emergeranno dall’eventuale approvazione di un siffatto regolamento e che si tradurranno così in nuovi ostacoli all’accesso dei giovani nel mondo professionale.

Clicca QUI per leggere la bozza di regolamento ministeriale

Clicca QUI per leggere le osservazioni del Sindacato Avvocati di Firenze